Pioggia di dividendi a Piazza Affari, 20 maggio è il giorno clou per 19 big del Ftse Mib

Scritto il alle 21:59 da redazione [email protected]

Una pioggia di dividendi sta per arrivare a Piazza Affari. La stagione per alcuni titoli del Ftse Mib è cominciata con i primi stacchi cedola proprio questa settimana. Di seguito le date di stacco dividendo, record date e pagamento del dividendo, oltre ai dividend yield 2019 aggiornati ai prezzi attuali delle società del listino tricolore.

Quest’anno il dividend day è il 20 maggio 2019, quando staccheranno il dividendo ben 19 società del paniere. Non solo, il 20 maggio l’indice staccherà il 60% del dividendo complessivo, con impatto stimato intorno al 2,2% della market cap complessiva del listino (ai prezzi attuali).

 

I principali settori sotto la lente

Partendo dal comparto dei finanziari, che come noto pesano oltre il 30% dell’indice principale italiano, la settimana da segnarsi sul calendario sarà quella compresa tra lunedì 20 e venerdì 24 maggio. Qui infatti staccheranno la cedola la maggior parte delle società del paniere. Tra queste spiccano per dividend yield ovviamente Azimut Holding al 8,7%, la regina dell’indice per generosità e Intesa Sanpaolo (8,6%). Entrambe distribuiranno il dividendo il 20 maggio con record date il 21 maggio e pagamento il 22 maggio.

 

 

Generoso il comparto industriale, con alcune big come FCA, Ferrari e CNH Industrial che hanno già staccato il dividendo il 23 aprile. Il dividend yield 2019 più interessante del settore è quello di Atlantia (dopo FCA) al 3,9%. Anche in questo caso, la data di stacco cedola sarà il 20 maggio 2019 e pagamento il 22 maggio. Interessante, per il comparto industriale, anche Prysmian e Pirelli, con dividend yield rispettivamente al 2,6% e 2,8%.

 

Soddisfazioni, come sempre, arrivano anche dal settore degli energetici (oil&gas+utility) che rappresentano il 35% della capitalizzazione dell’indice italiano. Sul podio al primo posto nel settore Eni con un dividend yield (complessivo) del 5,3% e che il 20 maggio staccherà il saldo di 0,41 euro per azione. Interessanti anche Enel e Snam, entrambe con oltre 5% di rendimento del dividendo. La prima distribuirà il 22 luglio 2019 il saldo di 0,14 euro. La seconda invece consegnerà agli azionisti il 24 giugno il saldo di 0,1358 euro.

 

Meno allettanti i dividend yield dei comparti rimanenti. Alcune, come Campari e Recordati, hanno già staccato, mentre Telecom non distribuisce sulle azioni ordinarie e Juventus non paga alcuna cedola.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
La guerra non è un problema, anzi, la volatilità che ne deriva diventa persino un trampolino di lancio per i mercati fina
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ uscita rialzista ] prossimo
Le tensioni in Medio Oriente ovviamente aumentano un po' la paura anche sui derivati. Ma in realtà si tratta non di panico
Un'esperienza all'estero per arricchire il proprio curriculum e rafforzare la padronanza delle lingue straniere può essere u
Analisi Fondamentale Il 2019 è stato un anno da record per il Ftse Mib che ha messo a segno una performance vicina al +30%,
Il problema del gap pensionistico è sicuramente importante. Ma siamo onesti. Quanto è sottovalutato? E soprattutto perch
Ftse Mib: l'indice italiano apre debole in scia all'attacco dell'Iran ad una base USA in Iraq. Gli operatori ora attendono le d
Ho ancora nella mente il pensiero di un economista americano il quale alla domanda su come risolvere la crisi subprime risp
I dati sul tasso inflazione sono stati abbastanza sorprendenti, in Italia come in Europa. Ma attenzione alla corretta lettu
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ uscita rialzista ] prossimo