Pioggia di dividendi a Piazza Affari, 20 maggio è il giorno clou per 19 big del Ftse Mib

Scritto il alle 21:59 da redazione [email protected]

Una pioggia di dividendi sta per arrivare a Piazza Affari. La stagione per alcuni titoli del Ftse Mib è cominciata con i primi stacchi cedola proprio questa settimana. Di seguito le date di stacco dividendo, record date e pagamento del dividendo, oltre ai dividend yield 2019 aggiornati ai prezzi attuali delle società del listino tricolore.

Quest’anno il dividend day è il 20 maggio 2019, quando staccheranno il dividendo ben 19 società del paniere. Non solo, il 20 maggio l’indice staccherà il 60% del dividendo complessivo, con impatto stimato intorno al 2,2% della market cap complessiva del listino (ai prezzi attuali).

 

I principali settori sotto la lente

Partendo dal comparto dei finanziari, che come noto pesano oltre il 30% dell’indice principale italiano, la settimana da segnarsi sul calendario sarà quella compresa tra lunedì 20 e venerdì 24 maggio. Qui infatti staccheranno la cedola la maggior parte delle società del paniere. Tra queste spiccano per dividend yield ovviamente Azimut Holding al 8,7%, la regina dell’indice per generosità e Intesa Sanpaolo (8,6%). Entrambe distribuiranno il dividendo il 20 maggio con record date il 21 maggio e pagamento il 22 maggio.

 

 

Generoso il comparto industriale, con alcune big come FCA, Ferrari e CNH Industrial che hanno già staccato il dividendo il 23 aprile. Il dividend yield 2019 più interessante del settore è quello di Atlantia (dopo FCA) al 3,9%. Anche in questo caso, la data di stacco cedola sarà il 20 maggio 2019 e pagamento il 22 maggio. Interessante, per il comparto industriale, anche Prysmian e Pirelli, con dividend yield rispettivamente al 2,6% e 2,8%.

 

Soddisfazioni, come sempre, arrivano anche dal settore degli energetici (oil&gas+utility) che rappresentano il 35% della capitalizzazione dell’indice italiano. Sul podio al primo posto nel settore Eni con un dividend yield (complessivo) del 5,3% e che il 20 maggio staccherà il saldo di 0,41 euro per azione. Interessanti anche Enel e Snam, entrambe con oltre 5% di rendimento del dividendo. La prima distribuirà il 22 luglio 2019 il saldo di 0,14 euro. La seconda invece consegnerà agli azionisti il 24 giugno il saldo di 0,1358 euro.

 

Meno allettanti i dividend yield dei comparti rimanenti. Alcune, come Campari e Recordati, hanno già staccato, mentre Telecom non distribuisce sulle azioni ordinarie e Juventus non paga alcuna cedola.

Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Paura, timore scriveva il Vettori nelle sue lettere a Machiavelli... " Io ho udito più volte dirvi che il timore è i
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ uscita rialzista ] prossim
Analisi Tecnica Il nostrano rompe anche i supporti dei 25000/25100 e va al test del successivo in area 24500... La reazione r
La rottura del canale rialzista dello SP500 è chiara, ma il rimbalzo in un punto topico è altrettanto evidente. Sarà impor
Ftse Mib. Dopo aver toccato il 13 agosto il massimo di periodo a 26.687 punti, l’indice italiano è prima entrato in una sor
Ieri all'improvviso mentre il trentennale stava per rompere l'importante supporto a 1,81, un'ondata improvvisa di vendite s
I nodi vengono al pettine e avvicinandosi le scadenze delle cedole, inizia a sentirsi non solo la tensione ma anche il fort
Opzioni e Future 24 Settembre. I maggiori indici mondiali hanno chiuso con rialzi medi di oltre l'1%. E' molto probabile che
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ uscita rialzista ] prossim
TIM è la rete mobile 5G più veloce d’Europa: Opensignal posiziona il gruppo nella top 30 mondiale   TIM conquista il p