Pioggia di dividendi a Piazza Affari, 20 maggio è il giorno clou per 19 big del Ftse Mib

Scritto il alle 21:59 da redazione [email protected]

Una pioggia di dividendi sta per arrivare a Piazza Affari. La stagione per alcuni titoli del Ftse Mib è cominciata con i primi stacchi cedola proprio questa settimana. Di seguito le date di stacco dividendo, record date e pagamento del dividendo, oltre ai dividend yield 2019 aggiornati ai prezzi attuali delle società del listino tricolore.

Quest’anno il dividend day è il 20 maggio 2019, quando staccheranno il dividendo ben 19 società del paniere. Non solo, il 20 maggio l’indice staccherà il 60% del dividendo complessivo, con impatto stimato intorno al 2,2% della market cap complessiva del listino (ai prezzi attuali).

 

I principali settori sotto la lente

Partendo dal comparto dei finanziari, che come noto pesano oltre il 30% dell’indice principale italiano, la settimana da segnarsi sul calendario sarà quella compresa tra lunedì 20 e venerdì 24 maggio. Qui infatti staccheranno la cedola la maggior parte delle società del paniere. Tra queste spiccano per dividend yield ovviamente Azimut Holding al 8,7%, la regina dell’indice per generosità e Intesa Sanpaolo (8,6%). Entrambe distribuiranno il dividendo il 20 maggio con record date il 21 maggio e pagamento il 22 maggio.

 

 

Generoso il comparto industriale, con alcune big come FCA, Ferrari e CNH Industrial che hanno già staccato il dividendo il 23 aprile. Il dividend yield 2019 più interessante del settore è quello di Atlantia (dopo FCA) al 3,9%. Anche in questo caso, la data di stacco cedola sarà il 20 maggio 2019 e pagamento il 22 maggio. Interessante, per il comparto industriale, anche Prysmian e Pirelli, con dividend yield rispettivamente al 2,6% e 2,8%.

 

Soddisfazioni, come sempre, arrivano anche dal settore degli energetici (oil&gas+utility) che rappresentano il 35% della capitalizzazione dell’indice italiano. Sul podio al primo posto nel settore Eni con un dividend yield (complessivo) del 5,3% e che il 20 maggio staccherà il saldo di 0,41 euro per azione. Interessanti anche Enel e Snam, entrambe con oltre 5% di rendimento del dividendo. La prima distribuirà il 22 luglio 2019 il saldo di 0,14 euro. La seconda invece consegnerà agli azionisti il 24 giugno il saldo di 0,1358 euro.

 

Meno allettanti i dividend yield dei comparti rimanenti. Alcune, come Campari e Recordati, hanno già staccato, mentre Telecom non distribuisce sulle azioni ordinarie e Juventus non paga alcuna cedola.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Riprendiamo l’articolo di qualche ora fa, integrandolo con un’analisi di breve termine. Le logiche che ho descritto so
Ftse Mib: dopo aver infranto in gap up la resistenza di medio termine importante in area 21.500 punti, è da qualche seduta ch
Il paradosso di lunedi, come abbiamo visto è che c'è ancora chi studia chi sta comprando spasmodicamente in Europa e nel
Incassata anche la fiducia del Senato con 169 voti, addirittura otto in più del necessario, il governo “ha pieni poteri” e
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ uscita rialzista ] prossimo
Prendete i primi 8 mesi del 2019, con tutte le sue stranezze e le sue apparenti incongruenze e mettetelo a confronto con lo
Prendete i primi 8 mesi del 2019, con tutte le sue stranezze e le sue apparenti incongruenze e mettetelo a confronto con lo
Ftse Mib: l'indice italiano vede oggi in apertura qualche presa di beneficio più che comprensibile visto il livello raggiunto
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ uscita rialzista ] prossimo
L'impostazione dei derivati ci illustra un quadro ancora improntato sull'ottimismo. Il bull market quindi resta forte ed è