Cottarelli su spread, manovra e banche

Della manovra di bilancio in atto, dello spread e dei riflessi del suo andamento sull’economia italiana.  Sono questi alcuni degli argomenti affrontati dall’economista Carlo Cottarelli  durante la lectio magistralis all’Università Bicocca dal titolo ‘Italia: quanto siamo a rischio?

Italia in Default? “Ho sempre detto che con un deficit più elevato aumentavano i rischi, ma non siamo al 2011. Uno spread a questo livello lo si tiene. Sono aumentati i rischi con questa manovra, ma perché ci sia una ripetizione di quello che è accaduto nel 2011/2012 deve succedere qualcos’altro”, ha dichiarato Cottarelli, l’ex Mister spending review, a margine dell’incontro all’ateneo milanese.

Secondo l’economia il rischio principale riguarda la crescita europea. “Un rallentamento della crescita in Europa che mandi l’Italia in recessione e che questo faccia aumentare il rapporto debito/pil. Finché non succede, secondo me, teniamo”, ha aggiunto. “Abbiamo calcolato che se lo spread resta intorno a 300, costa 6 miliardi, che sono parecchi soldi. Più aumenta lo spread più le banche vedono erose il loro capitale e, aumenta il rischio anche per loro”.

“Io ho un’idea economica diversa. Secondo me un paese con un debito così alto non è può pensare che la spesa pubblica che la domanda interna sia il motore per la crescita. Dobbiamo cercare di guadagnare competitività e usare la domanda estera, le esportazioni come canale per la nostra crescita, che è nel nostro Dna. Dobbiamo usare le esportazioni, negli ultimi anni non siamo più stati un Paese esportatore. Per tornare a esserlo dobbiamo eliminare gli intralci burocratici”.

Immagine anteprima YouTube

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Avvio poco mosso per il Ftse Mib che muove i primi passi attorno a 21.730. L'indice prosegue in quella fase di riduzione della
Ego International analizza i settori che potrebbero avere una prospettiva di crescita positiva nel futuro e trainare, quindi, l
Ego International e i dati sull’export: crescita del settore vinicolo Ego International ha partecipato all’edizione 2019 d
Non sappiamo ancora come andrà a finire alle elezioni europee, noi un'idea ce la siamo fatta vista la frenesia della contr
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ uscita rialzista ] prossimo
Ultimi ragionamenti del sottoscritto dopo i flash usciti dalle varie banche centrali. 1) BCE: Se parliamo di Bruxelles, se
Ftse Mib: il quadro grafico dell’indice italiano è ancora positivo anche se con la seduta del 24 aprile scorso è stata ro
Martedì 30 aprile 2019 l'Istat ha fatto sapere che le cose in Italia volgono al bello. E' vero che qualcuno sarcasticamente fa
Setup e livelli angolari DOW JONES Setup Annuale Ultimo :2018 Range: 21712 – 26951 Uscita: in attesa Prossimo: 2020
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ uscita rialzista ] prossimo