Investimenti: da oggi in quotazione i nuovi Cash Collect Certificate di Banca IMI su azioni italiane ed estere

Si amplia ulteriormente la gamma degli strumenti di investimento emessi da Banca IMI, grazie a 8 nuovi Cash Collect Certificate che, a partire da oggi, sono quotati sul mercato SeDeX di Borsa Italiana. I certificati offrono all’investitore la possibilità di ottenere dei rendimenti in situazioni di stabilità, rialzo o limitato ribasso dell’attività finanziaria sottostante con un orizzonte temporale di breve periodo.

I Cash Collect Certificate di Banca IMI sono Certificati d’investimento a capitale condizionatamente protetto che hanno la peculiarità di corrispondere all’investitore dei premi fissi incondizionati nei primi 3 mesi e premi condizionati mensili durante la restante vita del certificato.

Tra i sottostanti troviamo le italiane Banco BPM, Fiat Chrysler Automobiles,  Saipem e Unicredit, colossi europei del calibro di Air France-KLM e Deutsche Bank, e big d’Oltreoceano come Tesla e TripAdvisor. Fatta eccezione per il Certificate con sottostante Saipem (75%), la barriera è fissata al 70% del valore di riferimento iniziale.

Tutti i  Cash Collect in quotazione da oggi presentano un prezzo di emissione di 100 Euro, una durata di 12 mesi con barriera osservata unicamente alla scadenza e prevedono il pagamento di 3 premi fissi nei primi 3 mesi (indipendenti dall’andamento dell’azione sottostante) e 9 premi condizionati per i restanti mesi. Per incassare il premio condizionato, è sufficiente che il sottostante nelle date di valutazione abbia un valore maggiore o uguale al Livello Barriera. Per questo motivo anche in caso di lievi ribassi dell’azione sottostante, il rendimento del Certificate risulta essere positivo.

A titolo di esempio, vediamo in dettaglio il funzionamento di un certificate: il Cash Collect con sottostante il titolo UniCredit (ISIN IT0005345340). Nei primi 3 mesi (17 ottobre, 19 novembre e 17 dicembre) questo certificato pagherà 3 premi fissi incondizionati di 0,59 euro mentre nelle altre date di rilevazione mensili il premio, sempre di 0,59 euro, sarà corrisposto nel caso in cui il titolo dell’istituto di credito risulterà superiore a 9,6152 euro, pari al 70% del valore rilevato inizialmente (13,7360 euro).

A scadenza, settembre 2019, l’investitore percepirà il valore nominale del certificato di 100 euro maggiorato dell’ultimo premio condizionato di 0,59 euro qualora il valore dell’azione dovesse essere pari o superiore del livello barriera (9,6152 euro). In caso contrario l’investitore subirà una perdita commisurata a quella che avrebbe ottenuto investendo direttamente nell’azione sottostante.

L’elenco completo dei Cash Collect Certificate Banca IMI è disponibile sul sito dell’emittente: www.bancaimi.prodottiequotazioni.com .

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Lasciamo da parte l’elemento “Trump tweet” che sta diventando estremamente destabilizzante. E non consideriamo la gue
Ftse Mib: partenza scattante tornando sopra i 21.000 punti. Non un grande momento per l'indice italiano che dopo aver infranto
Creare il primo tessuto al mondo dagli scarti dalle arance. E' questo che fa Orange Fiber, la Pmi innovativa che ha brevett
Come scritto in settimana e come annunciato questa mattina salt l'accordo con la Cina, i mercati erano stati portati artifi
  Ormai Donald Trump  è la star mediatica del mercato. E poter pensare che un tweet del POTUS può muovere le finanze
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ uscita rialzista ] prossimo
Ftse Mib: debole l'indice italiano torna sul target a 21.000 punti, primo supporto importante. Pesa la questione Carige sul com
Come dice la vigneta ci stanno provando in tutte le maniere a distruggere il rendimento, a falro scendere e devo dire che c
Stavo tranquillamente lavorando alla traduzione di alcuni articoli sulle critpovalute che sempre più spesso appaiono nel s
Ci avviciniamo a marce forzate verso le elezioni del nuovo Parlamento europeo. Non tutti hanno chiaro i compiti e le competenze