Start up: adesso l’auto si acquista su Facebook

auto, start up, startup, noleggio auto, hurry, noleggio lungo termine, social economy

Dalla sharing economy alla “social economy”: la vendita di auto e servizi sbarca infatti su Facebook. Hurry!, innovativa start up 100% italiana della mobilità online, ha infatti esteso la sua presenza sulla famosa piattaforma social con una vetrina interattiva dove è possibile acquistare prodotti e servizi automotive.

Con pochi click su Messanger, gli internauti, guidati in chat da un assistente virtuale, possono scegliere la soluzione più adatta e conveniente alle proprie esigenze, dalle opzioni pay per use al noleggio, dall’acquisto dell’usato alle varie a offerte shopping presenti sul sito.

Per Hurry!, società diventata il primo portale di e-commerce dedicato al mondo della mobilità, questa novità non è l’unico motivo di orgoglio per questo 2016: a due anni dalla partenza, la star up si avvia a chiudere l’anno con un volume d’affari che ha raggiunto quota 42 milioni di euro, in aumento del 135% sul 2015.

Performance interessanti sono state registrate anche sugli altri segmenti: +340% per le offerte più innovative come Ricaricar, il servizio dedicato alle auto che “ricaricano” i chilometri come con la sim di un telefonino.

Otto milioni sono invece state le persone che hanno visitato il sito web a caccia di nuove offerte. Quelli di Hurry! sono numeri che confermano la tendenza sempre più marcata di un nuovo modo di vivere l’automobile, dove l’utilizzo, flessibile e senza pensieri del veicolo, sostituisce la proprietà del mezzo, diventata in questi anni sempre più onerosa e poco conveniente. Sul portale della start up i clienti possono trovare un veicolo nuovo a partire da 4 euro al giorno. Una proposta che piace al pubblico.

E’ un mondo di giovani, per lo più laureati, ma anche di manager di mezza età e donne, l’identikit del consumatore utente tracciato dai numeri della start up. Un pubblico che sceglie online e scarta l’acquisto tradizionale per dirigersi sulle nuove forme di mobilità, e tra queste, in particolare, il noleggio a lungo termine o il pay per use dove i chilometri si ricaricano (e si pagano) a seconda delle proprie effettive esigenze.

Il fattore vincente è la formula “tutto compreso”: il cliente infatti deve pensare solo alla benzina perché bollo, manutenzione ordinaria e straordinaria, assicurazione RCA con copertura in caso di infortunio al conducente ed esonero da responsabilità per incendio, furto e danni al veicolo sono a carico della società, che offre anche la possibilità del ritiro dell’usato.

E che la formula abbia cambiato le abitudini degli acquirenti, lo dimostrano anche gli altri numeri del “boom” 2016: +180% per i contratti di noleggio a lungo termine, +96% per gli utenti registrati sulla piattaforma mentre le interazioni sui social segnano un +172% in un anno, +37% per le vendite online di veicoli usati.

La startup italiana opera in virtù di una partnership strategica esclusiva con ALD Automotive Italia, leader mondiale del noleggio a lungo termine e della mobilità che è garanzia della qualità dei prodotti e dei servizi offerti. La società ha sedi a Roma e Milano, mentre le piattaforme logistiche sono ad Aprilia, Roma (2), Milano (2), Crema, Brescia, Salerno e Agrigento.

Tags: , ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Guest post: Trading Room #512. Il grafico FTSEMIB weekly ha raggiunto vette importanti ma anche un ipercomprato molto forte.
La trimestrale di NVIDIA stupisce i mercati e il rally continua. Ma allo stesso tempo, il mercato obbligazionario si comporta i
La Cina è un'immensa mina deflattiva esplosa nell'oceano globale, una spettacolare bolla immobiliare a fare da attrattiva
Lo so, deve essere stato difficile per ben 13 anni aspettare l'inflazione, chiamare l'inflazione ogni giorno dal 2008, frus
Guest post: Trading Room #511. Il grafico FTSEMIB weekly ha una struttura che continua ad essere rialzista malgrado i dati su
Malgrado i dati macro non sicuramente eccezionali per i mercati, con un'inflazione che sale e cambia un po' le previsioni sui t
Giornata perfetta ieri, con nuovi massimi sui mercati europei come aveva previsto su Twitter il nostro Puntosella, bond che
Oggi, terzo venerdì del mese, è giornata di scadenze tecniche. Scadranno le opzioni su azioni, le opzioni su future e le opzi
Viviamo davvero in un mondo di matti, basta guardare alla reazione isterica dei profeti dell'inflazione da domanda, a un da
Mentre a Francoforte si discute sul sesso degli angeli, sull'inflazione che sta per sparire come nebbia al sole, in Olanda