Bond in valuta: sul mercato MOT e EuroTLX due nuove obbligazioni in dollari australiani e sterline inglesi

NEW YORK, Aug. 11, 2011  A trader works on the floor of the New York Stock Exchange in New York, the United States, Aug. 11, 2011. Wall Street bounced back on Thursday as U.S. job data came in beating expectation and hopes of an improved Europe debt situation lifted markets sentiment, with financial and energy leading the rise. (Credit Image: © Wu Jingdan/Xinhua/ZUMAPRESS.com)

NEW YORK, Aug. 11, 2011 A trader works on the floor of the New York Stock Exchange in New York, the United States, Aug. 11, 2011. Wall Street bounced back on Thursday as U.S. job data came in beating expectation and hopes of an improved Europe debt situation lifted markets sentiment, with financial and energy leading the rise. (Credit Image: © Wu Jingdan/Xinhua/ZUMAPRESS.com)

Banca IMI questa mattina ha collocato sul mercato MOT di Borsa Italiana e su EuroTLX due nuove Obbligazioni Collezione in valuta estera denominate in Dollari Australiani e Sterline Inglesi. Entrambi i bond sono di tipo Senior, dunque non subordinati, e sono caratterizzati da tagli minimi che non superano i 2.000 euro di controvalore. Proprio questa caratteristica rappresenta un assist per tutte le diverse tipologie di investitori, retail compresi.

L’Obbligazione Collezione in Dollari Australiani, il cui ISIN di negoziazione è XS1522284659, ha una durata di 5 anni avendo scadenza il 23 novembre 2021. Nel corso della sua vita, il bond corrisponderà agli investitori delle cedole annuali fisse pari al 3,90%. Il taglio minimo di questo strumento è pari a 2.000 Dollari Australiani, circa 1.400 euro al tasso di cambio attuale.

L’Obbligazione Collezione in Sterline Inglesi, avente ISIN XS11522284576, ha una durata leggermente più lunga e pari a 6 anni scadendo il 23 novembre 2022. Nel corso dei primi 3 anni di vita, il bond pagherà agli investitori delle cedole fisse annuali pari al 3%.

Dal 4° anno la nuova Obbligazione Collezione in Sterline Inglesi corrisponderà invece delle cedole variabili legate all’andamento del Libor inglese a 3 mesi maggiorato dell’1%. Banca IMI ha fissato allo 0% il valore del tasso minimo che verrà corrisposto agli investitori e al 3% quello massimo.

Obbligazioni Collezione Banca IMI: sul mercato 37 bond disponibili e 12 diverse valute
Grazie a questa emissione Banca IMI espande l’offerta di Obbligazioni quotate e negoziabili sui mercati regolamentati, che salgono a quota 37 e che possono essere utilizzate per diversificare il proprio portafoglio di investimento, grazie alla possibilità di scegliere tra diverse strutture cedolari e tra ben 12 diverse valute.

In un contesto di incertezza di mercato e di tassi quasi a zero come quello attuale, le Obbligazioni Collezione di Banca IMI permettono agli investitori di diversificare le attività in portafoglio, anche sul fronte valutario, e di beneficiare di rendimenti interessanti.

Per quanto riguarda la remunerazione per gli investitori, essendo obbligazioni in valuta va sempre tenuto presente che il loro valore, e dunque il rendimento, è ovviamente influenzato dall’andamento del tasso di cambio che lega l’euro rispettivamente al Dollaro Australiano e alla Sterlina Inglese.

Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Battleplan cicli dei MAX sul FTSE MIB Future settimana 24 - 28 Gennaio 2022 Tracy Inverso [Se
Battleplan cicli dei MIN sul FTSE MIB Future settimana 24 - 28 Gennaio 2022 Tracy [Settimanal
GRAFICI VELOCITA' CICLICHE dal T-2 (2 giorni) al T+6 (2 anni) settimana 24 - 28 Gennaio 2022
Sono stati due anni incredibili, dove qualcuno ha anche criticato duramente certe strategie di investimento che apparivano
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ uscita rialzista ] prossim
Analisi Tecnica Cede il supporto dei 27200 dovuto alla compressione ribassista e va, con upper marubozu, al test del supporto
Il video è la naturale continuazione di quanto abbiamo pubblicato la settimana scorsa. Non vi anticipo nulla ma ci sono degl
La tensione inizia a farsi sentire e la volatilità prende piede. Il risparmiatore non è più abituato alle oscillazioni d
Ftse Mib. Con la brutta partenza di oggi, l’indice si trova al test dei 27.200 punti, il cui break con volumi e volatilità
IL CHARM Oggi facciamo un approfondimento tornando alle greche. Sappiamo che sono valori che ci aiutano a mettere in relazio