BREXIT: occasione importante per aziende italiane con nuovo asse con Francia e Germania

Scritto il alle 13:08 da redazione [email protected]

brexit, effetti, ricadute, regno unito, gran bretagna, aziende italiane, italia, germania, francia, 2016, conseguenze, ue

Per Paolo Salvadeo, AD di Quanta System, azienda leader nel settore dei laser, l’uscita della Gran Bretagna dall’UE rappresenta un’importante occasione per le imprese italiane di riprendere le esportazioni, sviluppare nuovi rapporti commerciali e aumentare i fatturati.

“Politicamente Brexit è la più importante occasione per l’Europa di ricostruire un forte asse franco-italo-tedesco, che possa riprendere in mano le redini del Vecchio Continente, senza ulteriori spinte secessionistiche, per continuare il percorso teso ad un’uscita progressiva dalla grande crisi, che perdura dal 2008”, sostiene Paolo Salvadeo, ad di Quanta System, azienda leader nella produzione di laser.

“Il deprezzamento della sterlina favorirà inizialmente le esportazioni del Regno Unito, con impatto sulla propria bilancia commerciale, ma nel medio-lungo periodo ogni ulteriore svalutazione, mezzo ‘occulto’ e indiretto per tentare di favorire uno dei fattori più critici dell’economia, con ogni probabilità non raggiungerà gli effetti sperati. Vanno infatti considerate spinte inflazionistiche interne, capaci di annullare il guadagno di competitività che può derivare da una svalutazione della moneta. In futuro Brexit potrebbe voler significare un costo per i contribuenti inglesi di parecchie decine di miliardi di Euro, con il PIL dell’Isola in contrazione”, ha aggiunto il manager italiano.

Un processo che quindi favorirà le riforme e la competitività. “Il rafforzamento dell’Euro sulla Sterlina, pur mettendo a più dura prova le imprese del Continente, contribuirà a cambiare le regole del sistema produttivo, verso una sua profonda riforma”, ha proseguito la sua analisi Salvadeo.

Quali, dunque, la spinta e le opportunità? “La ripresa delle esportazioni dalla UE, con un deciso miglioramento della bilancia commerciale, sarà il risultato di queste trasformazioni del sistema produttivo, che si rendono obbligatorie, di fronte a Brexit”, dichiara l’Ad, secondo cui “l’impatto di Brexit sulle Borse del Vecchio Continente sarà solo iniziale. I titoli che meno risentiranno del contraccolpo saranno obbligatoriamente quelli tecnologici”.

In questo scenario macroeconomico complesso, tra le aziende europee più innovative, e di conseguenza competitive, ci sono quelle che operano nel campo dei laser, come Quanta System.

“Queste saranno quelle che risentiranno meno delle turbolenze introdotte dal “leave” britannico”, conclude il suo intervento Salvadeo, motivando il suo punto di vista al fatto che si tratta di aziende con “solide fondamenta di ricerca e sviluppo, che puntano su alta tecnologia e premium prices” e che “garantiranno una continua solida crescita, e la favola dei laser europei continuerà efficacemente anche di fronte a Brexit”.

Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
La settimana inizia con la sorpresa dei tassi per la seconda volta al ribasso da inizio anno in Cina... https://twitter.
Analisi monetaria degli ultimi sette giorni di contrattazioni su Eurostoxx50 relativamente alla scadenza trimestrale Settembre.
Analisi Tecnica Sta lavorando il livello dei 22575. La gravestone fatta giovedi' e' un pattern ribassista molto pericoloso e
Battleplan cicli dei MAX sul FTSE MIB Future settimana 15 - 19 Agosto 2022 Tracy Inverso [Set
Battleplan cicli dei MIN sul FTSE MIB Future settimana 15 - 19 Agosto 2022 Tracy [Settimanale
GRAFICI VELOCITA' CICLICHE dal T-2 (2 giorni) al T+6 (2 anni) settimana 15 - 19 Agosto 2022
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ uscita rialzista ] prossim
Analisi delle movimentazioni monetarie a sette giorni sui contratti derivati del Dax con scadenza 19 Agosto. Il grafico dei
No, non mi sono dimenticato di Lei, non sarebbe stato possibile. 11 anni sono passati da quando Lassù nel Cielo, un Luc
Ultima puntata di TRENDS prima della pausa estiva. I picchi inflattivi danno energia alle borse ma qualcosa non quadra. Saran