Salva banche: obbligazionisti subordinati e azionisti di Banca Etruria, Banca Marche, CariFe e CariChieti possono recuperare l’investimento perduto

Il Centro Studi di Assobond, l’associazione di consumatori specializzata nel tutelare da oltre 15 anni gli investimenti dei risparmiatori italiani sul mercato finanziario, sta analizzando le possibili soluzioni giuridiche per favorire il rimborso degli obbligazionisti ed azionisti coinvolti nel salvataggio di Banca Etruria, Banca Marche, Carife e Carichieti, fornendo assistenza gratuita a tutti coloro i quali hanno perduto i propri risparmi in seguito alle note vicende.

Da una prima analisi della normativa, coloro i quali hanno acquistato le azioni e le obbligazioni subordinate possono agire per ottenere il rimborso dell’investimento perduto rivalendosi contro gli intermediari bancari attraverso i quali hanno negoziato i titoli in questione.

Secondo il Centro Studi di Assobond tale soluzione potrebbe applicarsi a più del 15% dei risparmiatori coinvolti (coloro i quali sono clienti delle banche non coinvolte dal decreto legge 22 novembre 2015 n. 183 e che, tuttavia, hanno acquistato i titoli in questione).

In sostanza, se il risparmiatore ha acquistato i titoli tramite un diverso intermediario (non, quindi, attraverso le stesse banche “salvate”, bensì attraverso una diversa banca della quale sono clienti) può agire per recuperare l’investimento opponendo alla banca intermediaria l’omissione degli obblighi informativi e di trasparenza ex art. 21 del T.U.F., nonché facendo leva sull’adeguatezza/appropriatezza dell’acquisto e sull’ illiquidità dello stesso in relazione al profilo finanziario stilato in ossequio alla normativa MiFid, oltre a poter eccepire eventuali profili di carenza di forma ad substantiam eventualmente presenti nel quadro contrattuale.

Per quanto riguarda i risparmiatori che, invece, hanno acquistato i titoli negoziandoli attraverso le banche coinvolte, Assobond sta verificando la possibilità di recuperare gli investimenti attraverso azioni giudiziali volte a verificare ed, eventualmente, a ripristinare le garanzie patrimoniali delle banche coinvolte, nonché ad attaccare le norme emanate dal governo sospettate di illegittimità per le evidenti violazioni dei principii di cui agli artt. 3 Cost. e 47 Cost.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Dopo i venti di guerra, arrivano i segnali di pace e subito i mercati rimbalzano sulla scia di un rinnovato entusiasmo. Fine
Ftse Mib: apertura incolore per il Ftse Mib dopo il break di ieri dei 24.000 punti. Tutto però da confermare e l'indice dovrà
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ uscita rialzista ] prossimo
Il 2020 inizia con i migliori auspici per il mercato del lavoro, soprattutto per i laureati. A gennaio sono previste infatti
Ftse Mib: l’indice italiano ha provato in chiusura dello scorso anno il primo test importante della soglia psicologica dei 2
Alla fine can che abbia non morde, il buon Donald ieri ha continuato a minacciare l'Iran senza affondare i colpi, non avran
La guerra non è un problema, anzi, la volatilità che ne deriva diventa persino un trampolino di lancio per i mercati fina
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ uscita rialzista ] prossimo
Le tensioni in Medio Oriente ovviamente aumentano un po' la paura anche sui derivati. Ma in realtà si tratta non di panico
Un'esperienza all'estero per arricchire il proprio curriculum e rafforzare la padronanza delle lingue straniere può essere u