Salva banche: obbligazionisti subordinati e azionisti di Banca Etruria, Banca Marche, CariFe e CariChieti possono recuperare l’investimento perduto

Il Centro Studi di Assobond, l’associazione di consumatori specializzata nel tutelare da oltre 15 anni gli investimenti dei risparmiatori italiani sul mercato finanziario, sta analizzando le possibili soluzioni giuridiche per favorire il rimborso degli obbligazionisti ed azionisti coinvolti nel salvataggio di Banca Etruria, Banca Marche, Carife e Carichieti, fornendo assistenza gratuita a tutti coloro i quali hanno perduto i propri risparmi in seguito alle note vicende.

Da una prima analisi della normativa, coloro i quali hanno acquistato le azioni e le obbligazioni subordinate possono agire per ottenere il rimborso dell’investimento perduto rivalendosi contro gli intermediari bancari attraverso i quali hanno negoziato i titoli in questione.

Secondo il Centro Studi di Assobond tale soluzione potrebbe applicarsi a più del 15% dei risparmiatori coinvolti (coloro i quali sono clienti delle banche non coinvolte dal decreto legge 22 novembre 2015 n. 183 e che, tuttavia, hanno acquistato i titoli in questione).

In sostanza, se il risparmiatore ha acquistato i titoli tramite un diverso intermediario (non, quindi, attraverso le stesse banche “salvate”, bensì attraverso una diversa banca della quale sono clienti) può agire per recuperare l’investimento opponendo alla banca intermediaria l’omissione degli obblighi informativi e di trasparenza ex art. 21 del T.U.F., nonché facendo leva sull’adeguatezza/appropriatezza dell’acquisto e sull’ illiquidità dello stesso in relazione al profilo finanziario stilato in ossequio alla normativa MiFid, oltre a poter eccepire eventuali profili di carenza di forma ad substantiam eventualmente presenti nel quadro contrattuale.

Per quanto riguarda i risparmiatori che, invece, hanno acquistato i titoli negoziandoli attraverso le banche coinvolte, Assobond sta verificando la possibilità di recuperare gli investimenti attraverso azioni giudiziali volte a verificare ed, eventualmente, a ripristinare le garanzie patrimoniali delle banche coinvolte, nonché ad attaccare le norme emanate dal governo sospettate di illegittimità per le evidenti violazioni dei principii di cui agli artt. 3 Cost. e 47 Cost.

Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Opzioni e future 21 Ottobre. Gli indici azionari mercoledì si sono stabilizzati in modo eterogeneo, con l'S&P 500 che h
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ uscita rialzista ] prossim
Come abbiamo più volte detto, la bolla immobiliare cinese non ci ha certo colti impreparati, era una cosa nota anche al Go
Puntata speciale di Trading Floor con ospite Pietro Di Lorenzo, trader professionista e fondatore SOS Trader. Abbiamo parlato
Ok, lo studio della FED di Atlanta sul PIL USA, il noto GDPNow, sempre stato molto “aggressivo” nelle aspettative, nel
Opzioni e future 20 Ottobre. Indici azionari che lavorano con le stesse modalità dei giorni passati: nuovi massimi relativi
In un mercato che mi verrebbe da definire “drammatico” per la carenza di qualità e di opportunità, quando mi sembra d
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ uscita rialzista ] prossim
Permettetemi solo una nota, anche se sarà poco gradita da chi invece è un fan sfegatato del genio di Elon Musk proprio ne
Gli indici azionari hanno chiuso in modo eterogeneo, con l'S&P 500 che ha registrato un nuovo massimo relativo mentre gli i