Grexit sotto controllo con le Obbligazioni Collezione di Banca IMI

Scritto il alle 17:12 da redazione [email protected]

Escalation della tensione sul fronte greco. Un accordo tra esecutivo ellenico e creditori sembra sempre più lontano e tra gli operatori si fa strada l’idea che a meno di una radicale ristrutturazione del debito, Atene è da considerarsi insolvente.  Anche nel caso in cui un’intesa in extremis dovesse permettere alla Grecia di onorare i debiti in scadenza a giugno con il Fondo monetario internazionale, a luglio il problema è destinato a riproporsi quando ci saranno da rimborsare 3,5 miliardi di euro di bond detenuti dalla Banca centrale europea (e poi ci sono altri 3,2 miliardi ad agosto).

Ma non è solo la Grecia a turbare il sonno degli operatori. L’affermazione di Podemos nelle elezioni amministrative spagnole preoccupa come e forse più, viste le dimensioni dell’economia iberica, delle trattative con l’esecutivo guidato da Alexis Tsipras. In questo contesto il ruolo di vittima sacrificale sembrerebbe toccare all’euro, già sotto attacco a causa di fondamentali deboli e delle misure espansive varate dalla Banca centrale europea.

Situazione opposta per Stati Uniti e Regno Unito dove la forza dell’economia, solo offuscata nei primi mesi del 2015, è destinata a spingere le rispettive banche centrali ad inaugurare il processo di normalizzazione monetaria.

Per proteggersi dal probabile deprezzamento dell’euro e ottenere un extra rendimento rispetto ai titoli di Stato dell’Eurozona, è possibile affidarsi alle Obbligazioni Collezione di Banca IMI. La banca d’investimento di Intesa Sanpaolo  nei giorni scorsi ha quotato su EuroMOT e EuroTLX due nuove obbligazioni a tasso misto della gamma Collezione: la prima è emessa in dollari statunitensi (USD) mentre nella seconda la valuta di emissione è rappresentata dalla Sterlina Inglese (GBP).

In entrambi i casi, sia per l’Obbligazione Banca IMI Collezione Tasso Misto Dollaro USA Serie II (ISIN IT0005114365) e sia per l’Obbligazione Banca IMI Collezione Tasso Misto Sterlina Inglese Serie I (IT0005114357), i bond presentano una durata di 7 anni (scadenza 14 maggio 2022) e cedole prima fisse, il primo e il secondo anno, e poi variabili, dal terzo al settimo anno.

Nel caso del bond in dollari statunitensi il rendimento lordo nei primi due anni è fissato al 3,6% (2,66% netto) mentre a partire dal terzo anno la cedola, variabile, sarà pari al Libor in dollari americani a tre mesi maggiorato dello 0,5%. Nel caso delle obbligazioni denominate in sterline, la cedola lorda sarà pari al 3,3% (2,44% netto) mentre il rendimento variabile sarà basato sul Libor in sterline maggiorato di mezzo punto percentuale. Il taglio minimo per sottoscrivere questi strumenti è rispettivamente fissato a 2 mila dollari e mille sterline (pari a circa 1.800 e 1.400 euro).

L’andamento del cambio tra l’euro e il dollaro statunitense e tra l’euro e la sterlina rappresenta un elemento capace di influenzare sia l’entità dei flussi periodici, sia l’ammontare del capitale finale, visto che un rafforzamento di USD e GBP è destinato ad incrementare il rendimento totale appannaggio dell’investitore.

Tags: , , ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ uscita rialzista ] prossim
Come abbiamo più volte detto, la bolla immobiliare cinese non ci ha certo colti impreparati, era una cosa nota anche al Go
Puntata speciale di Trading Floor con ospite Pietro Di Lorenzo, trader professionista e fondatore SOS Trader. Abbiamo parlato
Ok, lo studio della FED di Atlanta sul PIL USA, il noto GDPNow, sempre stato molto “aggressivo” nelle aspettative, nel
Opzioni e future 20 Ottobre. Indici azionari che lavorano con le stesse modalità dei giorni passati: nuovi massimi relativi
In un mercato che mi verrebbe da definire “drammatico” per la carenza di qualità e di opportunità, quando mi sembra d
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ uscita rialzista ] prossim
Permettetemi solo una nota, anche se sarà poco gradita da chi invece è un fan sfegatato del genio di Elon Musk proprio ne
Gli indici azionari hanno chiuso in modo eterogeneo, con l'S&P 500 che ha registrato un nuovo massimo relativo mentre gli i
Il mese di settembre è stato un periodo sicuramente non felicissimo per i mercati. Ma a conti fatti, ci sta alla grande an