Bail-in, brexit e buste arancioni: le 3 B che stanno influenzando l’approccio delle famiglie italiane alla finanza

Scritto il alle 18:45 da redazione [email protected]

brexit, bail in, busta arancione, mercati finanziari, famiglie italiane, 2016, gfk

Presentati oggi a Milano da GfK i risultati di Multifinanziaria Retail Market, edizione primavera-estate 2016, l’indagine più estesa e aggiornata esistente in Italia sulle scelte finanziarie delle famiglie e degli individui.

Inizio d’anno caratterizzato più da ombre che da luci per il sistema finanziario italiano. Dopo l’ottima chiusura del 2015, la soddisfazione per l’economia familiare ha registrato un lieve calo nei primi sei mesi dell’anno.

Gli italiani sembrano avere ancora poca fiducia nella ripresa economica: cala la quota di famiglie che risparmiano e diminuisce anche l’accantonamento medio, mentre non decolla la propensione all’acquisto di beni o servizi.

Una situazione incerta, che influenza anche il rapporto tra i cittadini e i brand attivi nel mercato Bancario e Assicurativo. Nonostante questo, risale rispetto a gennaio la reputation del sistema bancario in termini di sicurezza. Iniziano ad arrivare le prime Buste Arancioni, che riportano al centro il tema della previdenza.

Queste le tendenze principali che emergono dall’indagine Multifinanziaria Retail Market, edizione primavera-estate 2016, presentata oggi ai sottoscrittori. Si tratta di una ricerca periodica, realizzata da GfK a partire dal 1987 con cadenza semestrale, su un campione di 2.500 nuclei rappresentativi di 21 milioni di famiglie con decisore finanziario in età compresa tra i 18 e i 74 anni. La ricerca viene effettuata con metodologia Capi, con interviste personali e domiciliari con il capofamiglia.

Nei primi sei mesi del 2016, sono stati soprattutto tre gli avvenimenti che hanno influenzato il modo in cui le famiglie italiane si rapportano con l’offerta di servizi finanziari:

Bail-in: questo termine è entrato a far parte del vocabolario quotidiano degli italiani in seguito all’entrata in vigore a gennaio 2016 della Direttiva BRRD (Bank Recovery and Resolution Directive) che regolamenta a livello comunitario eventuali crisi del settore bancario. La normativa ha introdotto una serie di misure finalizzate a prevenire e risolvere situazioni critiche. Tra queste, il meccanismo del Bail-in, in base al quale azionisti e creditori delle banche possono essere chiamati a contribuire con i propri fondi all’assorbimento delle perdite. L’indagine GfK cerca di capire come il Bail-in sta cambiando il rapporto dei consumatori con le Banche e come si è sedimentata la percezione del fenomeno nel corso degli ultimi mesi. Facendo anche un parallelo con quanto avvenuto durante la crisi dei mercati finanziari del 2008, GfK ha studiato il comportamento dei risparmiatori nei confronti dei vari soggetti attivi nel mercato finanziario.

Buste arancioni: A partire dallo scorso aprile, circa 7 milioni di italiani hanno iniziato a ricevere a casa una comunicazione contenente le previsioni relative alla propria pensione futura. Le cosiddette “Buste arancioni” fanno parte di una campagna informativa dell’INPS, che vuole sensibilizzare gli iscritti – soprattutto i più giovani – sull’importanza di una pianificazione a lungo termine. GfK ha cercato di capire come questa iniziativa sta cambiando le percezioni e gli atteggiamenti degli italiani nei confronti del tema della previdenza integrativa.

Brexit: Uno dei temi più caldi, soprattutto nel mese di giugno, è stato il referendum sulla permanenza nell’Unione Europea tenutosi in Gran Bretagna. GfK ha realizzato una rilevazione ad-hoc nei giorni immediatamente successivi alla vittoria della Brexit, con l’obiettivo di misurare le reazioni “a caldo” delle famiglie italiane rispetto a questa decisione inattesa, in particolare per quanto riguarda gli effetti sui sentiment e sulla stabilità dei mercati finanziari.

Accanto a questi approfondimenti, Multifinanziaria Retail Market rileva come da tradizione sentiment, relazioni e soddisfazione degli italiani rispetto al settore finanziario, ma anche dotazioni, strumenti di pagamento, orientamenti e propensioni future.

L’indagine fornisce insight relativi agli investimenti, al ruolo delle figure consulenziali, alla reputazione dei principali Brand attivi sul mercato e alla soddisfazione rispetto al Sistema Bancario e Assicurativo. Viene inoltre fornito un approfondimento sui principali Touch Point che mettono in contatto famiglie e operatori del settore, con un’analisi specifica dedicata al ruolo di Social Media, App e altri strumenti digitali.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Al capitolo nono, sotto il titolo "Amare la pace e saper fare la guerra", come scrive Maurizio Viroli nel suo libro, " Sce
Malgrado il periodo estivo, continuano ad esserti forti motivi di interesse sui mercati finanziari. Ed è interessante nota
C’era da aspettarselo ma alla fine “carta canta” ed i risultati sono innegabili. E’ sotto gli occhi di tutti la gu
Ftse Mib: l'indice italiano oggi apre lievemente positivo e si riporta nei pressi dei 22.000 punti. La barriera però di medio
Il 99% degli operatori hanno visto nel meeting BCE di ieri un “nulla di nuovo” che quindi lo ha fatto passare quasi in
Sostenibilità e strategia d’innovazione, un connubio sempre più consolidato. Secondo il report Global Elite Entrepreneurs
Ragionate un attimo. Questo è l’obiettivo di questo post, ed è l’obiettivo di un po’ tutti gli articoli che pubblic
Oggi più che mai, George Orwell è lo scrittore che andrebbe più di moda in mezzo alle dinamiche del mondo attuale, 1984,
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] pros
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno