Cerca nel Blog

Trading online: commissioni Zero sui Leva Fissa Commerzbank con i migliori broker on-line italiani

Nelle ultime settimane Commerzbank ha stretto una collaborazione con Directa SIM e Binck Bank, lanciando la promozione commissioni zero sui Leva Fissa Certificate quotati sul SeDeX di Borsa Italiana.

I due broker online sono tra i più blasonati del trading online italiano e lo scorso 30 novembre si sono classificati ai primi due posti nella categoria “Premio speciale best broker online” alla 9° edizione degli Italian Certificate Awards 2015).

Per i clienti Directa la promozione commissioni zero, iniziata il 1° dicembre 2015, terminerà il 31 gennaio 2016. Per i clienti Binck il periodo dell’offerta sarà invece tra il 1° gennaio 2016 e il 30 giugno 2016. Durante il periodo di validità della promozione, i clienti Directa e Binck avranno la possibilità di negoziare i Leva Fissa di Commerzbank senza pagare le commissioni di trading.

La promozione stipulata da Commerzbank con i due intermediari è valida sia per ordini in acquisto che in vendita e per un controvalore pari o superiore ai 1.000 euro. Ogni cliente di Directa o di Binck Bank potrà sfruttare la promozione per un massimo di 100 eseguiti al mese.

I certificati a Leva Fissa replicano la performance giornaliera dell’indice sottostante moltiplicata per una leva che rimane fissa per tutta la durata del certificato. Se ad esempio il FTSE MIB registra, in una giornata di borsa aperta, una performance pari a +1%, il certificato Long +5x avrà una performance giornaliera pari a circa +5%.

Il meccanismo di leva fissa e giornaliera permette di investire sui principali indici europei con un consumo di capitale minore rispetto all’investimento diretto nel sottostante, grazie proprio all’effetto leva. Questi strumenti possono essere utilizzati per strategie di trading di breve termine ed espongono l’investitore al rischio di perdita totale del capitale.

Commerzbank ha emesso diversi Certificate a Leva Fissa. All’interno della sua gamma prodotti sono disponibili Certificati Long e Short a leva 5 e 7 sul FTSE MIB, e Certificate Long e Short a leva 7 su DAX e Euro STOXX 50.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
2 commenti Commenta
st.ros
Scritto il 29 gennaio 2016 at 02:18

Oltre al rischio di rilevanti perdite occorrerebbe sempre ricordare che ll trading online provoca (a maggior ragione se non si pagano commissioni) attaccamento al denaro fino alla dipendenza, è una attività speculativa, improduttiva di beni o servizi ed è quindi controindicata in campo etico-religioso; bene fanno i codici etici degli istituti di credito che obbligano i propri dipendenti a prendere le distanze dalle attività finanziarie a breve termine

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

st.ros
Scritto il 2 maggio 2016 at 11:03

per approfondimenti sul problema morale religioso
http://tradingonline-un-problema-morale.blogspot.it/

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Articoli dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2012 (range 12299/17158) [uscita rialzista] 2014 ( range 17
AGGIORNAMENTO GIORNALIERO La decisione pro Brexit del popolo Inglese indipendentemente dalle motivazioni per cui si è man
Per Paolo Salvadeo, AD di Quanta System, azienda leader nel settore dei laser, l’uscita della Gran Bretagna dall’UE rap
FTSE Mib La settimana si è aperta con una spinta ribassista che ha portato l’indice sotto i minimi di febbraio. Le quotazio
Lasciamo da parte le vicende squisitamente politiche sulla Brexit. Si può leggere tantissimo ovunque sull'argomento, e sic
In tutto il mondo, i mercati finanziari hanno continuato a riprendersi mentre i funzionari dell’UE sollecitavano il Regno Uni
Da un ponto di vista puramente tecnico, era fondamentale la tenuta del livello di 2.650 sull' Eurostoxx 50, lo abbiamo detto
Ricordate? L’Italia sarà uno dei paesi che meno di tutti risentirà di un eventuale BREXIT. Non ve lo dicevo io, era uno
La trattativa sull’uscita del Regno Unito che si preannuncia lunga e complessa, deve disciplinare l’intangibilità dei diri
Riprendiamo quanto detto nell’articolo precedente dove di fatto abbiamo discusso in breve il funzionamento del pattern ID-NR4