Arrivano aumenti per i buoni pasto?

E’ stato approvato l’emendamento che prevede l’aumento a 7 euro del valore esentasse dei buoni pasto elettronici.

Secondo una stima tratta da una ricerca Openeconomics dell’Università Tor Vergata, ogni lavoratore beneficiario avrebbe in un anno 400 euro in più per la spesa alimentare. Keller, AD di Edenred ha espresso con chiarezza i benefici secondo la sua opinione: “Con questa misura crescono PIL e occupazione

L’iter della riforma del regime fiscale dei buoni pasto, che si attendeva dal 1998, ha raggiunto un traguardo importante con l’approvazione dell’emendamento alla Commissione Bilancio della Camera dei Deputati per l’innalzamento a 7 euro del valore esentasse dei buoni pasto elettronici proposto dal parlamentare Marco Causi (PD). Ora l’emendamento dovrà passare prima alla Camera per poi approdare al Senato.

Esprimiamo soddisfazione per questa misura – ha affermato Andrea Keller, amministratore delegato di Edenred Italia, il Gruppo che ha inventato il Ticket Restaurant® e leader nel mercato dei buoni pasto –. E’ in arrivo per i dipendenti italiani un investimento di 500 milioni di euro per la loro pausa pranzo, che genera un’integrazione di reddito di circa 400 euro a testa all’anno per la spesa alimentare. L’innalzamento del valore esentasse del buono pasto elettronico a 7 euro è un importante passo verso lo sviluppo delle tecnologie digitali in Italia. Secondo le proiezioni dell’Università di Tor Vergata e di Open Economics, con il tetto defiscalizzato a 7 euro il settore dei buoni pasto raggiungerà l’1% del PIL, si registrerà un aumento dell’occupazione di 16.398 posti di lavoro diretti”.

Nei soli settori direttamente interessati alla spesa per buoni pasto (esercizi ricettivi, agricoltura, alimentari bevande, commercio e GDO), è atteso un incremento occupazionale di 16.398 unità lavorative. Ma le previsioni potrebbero essere ancora più rosee se consideriamo anche l’indotto, ovvero i posti di lavoro indiretti generati dall’intervento su tutti i settori dell’economia della filiera (agricoltura e pesca, industria,
costruzioni e servizi): l’incremento occupazionale potrebbe arrivare quindi a 73.748 unità.

Sempre secondo lo studio di OpenEconomics, questa misura innescherebbe
maggiore entrate fiscali per il Governo di circa 936 milioni di euro.

Il mercato dei buoni pasto sarà inoltre sempre più digitale e si prevede che alla  luce della nuova disposizione vengano introdotti 35.000 nuovi POS che si aggiungeranno agli attuali 40.000 terminali già in uso, con un forte contributo alla digitalizzazione del sistema Italia.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Arrivano aumenti per i buoni pasto?, 10.0 out of 10 based on 2 ratings
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] pross
La commissione Affari economici e monetari del Parlamento europeo ha rivisto la bozza di normativa della Commissione europe
Se vi domandate come mai la borsa USA continua ad essere fortissima, soprattutto se confrontiamo i vari listini, forse dime
Ftse Mib: l'indice italiano tenta in apertura il superamento dei 20.500 punti. Importante la chiusura al di sopra di tale livel
Inutile nascondersi dietro un dito. Per gli investitori, la tragedia del Ponte Morandi di Genova, come vi ho già anticipat
Che vi dicevo, non passa neanche una settimana dalla benedizione del dollaro forte che il nostro Donald ad una festa privat
Si delinea sempre più forte il decoupling tra l'andamento della borsa USA e quello degli altri listini internazionali. E il
Analisi Tecnica Si conferma la rottura ribassista del trading range. L'accelerazione al ribasso con apertura di un secondo
DJI Giornaliero Buonasera, eccoci di nuovo con l’analisi sullo storico indice americano. Riprendiamo il discorso ri
Stoxx Giornaliero Buongiorno, per una manciata di punti non si è materializzato lo swing incondizionato sul ciclo t+3 d